True Beam

Il nuovo acceleratore lineare per la Radioterapia

Artoprotesi di ginocchio in fast track

La collaborazione con il prof. Barrett

Gonartrosi monocompartimentale

Le ultime novità dalla chirurgia robotica

Nuovo Hernia Center

Un centro specializzato per il trattamento di tutti i tipi d'ernia

Da Vinci

Il sistema robotico Da Vinci Si in dotazione al Policlinico di Abano è la terza e più aggiornata versione del Robot chirurgico.

Il robot Mako RIO

Il Policlinico di Abano è stato tra i primi centri ad acquisire e utilizzare in forma stabile il robot Mako Rio.

Riabilitazione funzionale

Un nuovo approccio alla riabilitazione

UVD Robot

Tecnologia, innovazione e prevenzione

Aquabeam

Il primo robot chirurgico autonomo a guida ecografica per il trattamento di LUTS a causa dell'iperplasia prostatica benigna (IPB).

25-26 Aprile Foot and Ankle Congress 2020

Questo evento webinar globale tratterà concetti avanzati di chirurgia del piede e della caviglia.

02-09 Luglio: CLIC2020

Critical Limb Ischemia Courses

Home » Il Regolamento

Regolamento

Scopo e applicabilità

La Fondazione Leonardo comprende la formazione continua tra le proprie funzioni istituzionali.

Accreditamento Provider

L’accreditamento di un Provider è il riconoscimento da parte di un’istituzione pubblica (Commissione Nazionale per la Formazione Continua o Regioni o Province Autonome direttamente o attraverso organismi da questi individuati) che un soggetto è attivo e qualificato nel campo della formazione continua in sanità e che, pertanto, è abilitato a realizzare attività formative riconosciute idonee per l’ECM individuando e attribuendo direttamente i crediti ai partecipanti.
L’accreditamento si basa su un sistema di requisiti minimi considerati indispensabili per lo svolgimento di attività formative (ECM) e viene rilasciato a ogni provider da un solo Ente accreditante a seguito della verifica del possesso di tali presupposti.
La Fondazione Leonardo è provider nazionale accreditato provvisoriamente con il n. 5889.

Struttura organizzativa della Fondazione

Consiglio di Amministrazione (CdA)
Il CdA ha il seguente ruolo:

ha la legale rappresentanza della Fondazione Leonardo
cura l’esecuzione delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione
provvede ai rapporti con i terzi, gli Enti, le Autorità e le PA e firma gli atti e quanto occorre per l’esplicazione di tutti gli affari che vengono deliberati
sorveglia il buon andamento amministrativo della Fondazione Leonardo
cura l’osservanza dello Statuto e ne promuove la riforma se necessario
adotta, in caso d’urgenza, ogni provvedimento opportuno, sottoponendolo a ratifica da parte del CdA
nomina le funzioni che compongono l’organigramma
pianifica le politiche e le strategie dell’Area Formazione ECM.

Responsabile Sistema Gestione Qualità (RQ)
Il RQ ha il seguente ruolo:

implementa un sistema di gestione della Qualità strategica per il miglioramento delle prestazioni della Fondazione Leonardo
promuove l’adozione di processi atti a sviluppare l’efficacia di governance all’interno della Fondazione Leonardo
supporta la Direzione nella corretta gestione dell’organizzazione.

Coordinatore Comitato Scientifico (CCS)
Il CCS ha il seguente ruolo:

convoca e presiede le riunioni del Comitato, coordinandone le attività e relazionando in merito ai risultati al CdA della Fondazione Leonardo
coordina il Comitato Scientifico per le attività di pianificazione, implementazione e valutazione dei progetti di formazione sanitaria, educazionali e/o comunicazionali, con riferimento al programma nazionale ECM (Educazione Continua in Medicina)
esamina e certifica la validità scientifica e formativa del piano.

Comitato Scientifico (CS)
Il CS ha il seguente ruolo:

formula proposte ed esprime pareri sui programmi di attività
formula proposte ed esprime pareri sui risultati conseguiti in ordine alle iniziative attuate dalla Fondazione Leonardo
propone e/o valuta l’appropriatezza della scelta di docenti nazionali/internazionali
partecipa alla stesura e validazione del Piano Formativo a livello scientifico.

Responsabile Amministrativo (RA)
Il RA ha il seguente ruolo:

è responsabile dell’area amministrativa e contabile negli aspetti civilistici e fiscali della società.

Responsabile Sistema Informatico (RSI)
Il RSI ha il seguente ruolo:

progetta e coordina i sistemi informatici, in relazione alle operazioni sistemistiche e di gestione dati
coordina e integra gli applicativi di terze parti, assicurando una corretta erogazione dei servizi formativi.

Responsabile della Formazione (RF)
Il RF ha il seguente ruolo:

in accordo con il CdA e il CS concorda le esigenze formative in base all’analisi dei fabbisogni effettuata
partecipa alla redazione del piano strategico e del piano formativo
coordina le attività di formazione
gestisce i contatti con altre Aziende, Enti pubblici o privati
coadiuva e supervisiona l’attività del RSP
coordina il sistema di valutazione dei risultati della formazione.

Responsabile della Segreteria Provider (RSP)
Il RSP ha il seguente ruolo:

collabora con il RF per l’analisi e la progettazione del Piano Formativo Aziendale
gestisce e coordina l’operatività dell’attuazione del Piano Formativo Aziendale
monitora e controlla lo sviluppo del programma formativo (docenti, materiali, destinatari, comunicazione dell’evento)
gestisce i contatti con la Commissione Nazionale ECM, altre aziende, enti pubblici o privati
trasmette i dati al Ministero per l’accreditamento ECM degli eventi del Piano Formativo Aziendale
cura la gestione e l’archiviazione dei dati riferiti ad ogni singolo corso
effettua attività di segreteria e di tutoraggio/gestione aula per le attività formative
cura la registrazione e l’archiviazione dei crediti ECM acquisiti da ciascun discente
stende in collaborazione con il RF la relazione annuale sull’attività svolta.

Descrizione delle attività

Il processo formativo viene scomposto in cinque fasi sequenziali:

1. Analisi dei fabbisogni formativi
2. Progettazione del piano formativo: definizione delle finalità e degli obiettivi, delle possibili opzioni all’interno di diversi percorsi formativi in relazione alla disponibilità di risorse
3. Pianificazione dell’attività formativa: definizione dei contenuti specifici dell’apprendimento, scelta dei docenti e delle metodologie e degli strumenti didattici, considerando i fattori logistici e organizzativi
4.Erogazione della formazione: attuazione del piano
5. Valutazione della formazione: misurazione del risultato ottenuto rispetto agli obiettivi iniziali.

Definizione del budget

Fondazione Leonardo definisce annualmente la quota di risorse da destinare a iniziative di formazione e aggiornamento.

Gestione non conformità

La finalità di questo requisito è quella di prevenire errori o difformità gravi che potrebbero verificarsi a seguito di erogazione di un servizio improprio o utilizzo di strumenti non appropriati di lavoro. L’azione di prevenzione o correzione di errori diventa sostenibile con il coinvolgimento attivo e corresponsabile di tutti coloro che hanno un ruolo nella gestione del sistema qualità ECM, in grado con la loro competenza professionale di segnalare la criticità di un’attività e di evitare che essa produca effetti negativi.

Policlinico Abano Terme - Regolamento

Title

Modal body